Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione. ACCETTO LEGGI

Cantina vitivinicola Casanova di Neri

Indirizzo: SP 14 Via Traversa dei Monti , Montalcino (SI)

Regione: Toscana

Sito: https://www.casanovadineri.it/

Proprietà: Giacomo Neri

Enologo: Giacomo Neri

Agronomo: Giacomo Neri

Anno fondazione: 1971

Ettari vitati: 63

Bottiglie totali: 300.000

Conduzione campagna: Convenzionale

Lavoro in cantina: Convenzionale

Certificazione: No

Casanova di Neri è il frutto di un processo di evoluzione produttiva e filosofica, una visione nuova del Brunello di Montalcino che parte dalla tradizione della quale dà un' interpretazione diversa e innovativa. La profonda dedizione alla terra e il rispetto per essa, la convinzione che rappresenti il fulcro della produzione di vini unici e il conformare le pratiche di cantina al rispetto delle uve e della loro diversa personalità che dalla terra viene sono la nostra profonda convinzione e rappresentano i nostri valori più veri.


Fondata nel 1971 da Giovanni Neri che con grande visione e passione capì le grandi potenzialità vinicole del territorio di Montalcino. Passa nelle mani del figlio Giacomo nel 1991. La produzione iniziata nella zona est di Montalcino si è espansa poi in altre posizioni. 


Per prima la vigna di Cerretalto dove oltre ad un terroir unico inserito in un anfiteatro naturale sul torrente Asso trova nel vecchio vigneto anche un Sangiovese diverso dagli altri, con grappoli piccoli e spargoli, dal quale è stata ricavata una selezione massale successivamente utilizzata per gli altri nostri vigneti, in particolare il Tenuta Nuova. All'acquisizione della vigna di Cerretalto segue quella de Le Cetine, Pietradonice e poi il Podernuovo. Tutto questo seguendo esclusivamente la ricerca dei migliori terreni ed esposizioni per produrre vini unici e riconoscibili.


La prima vendemmia prodotta del Brunello è stata la 1978. Segue poi Cerretalto 1981, il Rosso di Montalcino 1982, Tenuta Nuova 1993, PietradOnice 2000, IrRosso 2006 e ultimo IbBianco 2011.
Tanto straordinario quanto raro il Brunello di Montalcino di Casanova di Neri 2010 ha avuto quest'anno un riconoscimento eccezionale a livello mondiale: é stato infatti premiato dai “voti” di Robert Parker, il guru americano della critica enologica mondiale, creatore di una delle sue pubblicazioni più autorevoli, “The Wine Advocate”, che gli ha assegnato il massimo punteggio di “100/100”. Anche Monica Larner ha premiato l’ultima annata di Brunello di Casanova di Neri con ha un punteggio perfetto:
“Dare i 100/100 è un’emozione ed una grande responsabilità, sottolinea Monica Larner, corrispondente in Italia per “The Wine Advocate”, e per arrivare ad un punteggio del genere devono coincidere diversi aspetti: ci vuole una straordinaria annata, ci vogliono aziende che sappiano fare il proprio lavoro molto bene, e vini in grado di far sognare chi li assaggia. Tutto questo, a Montalcino, c’è, perché l’annata 2010 è stata davvero straordinaria per il Brunello. 


Un riconoscimento che è la gioia più grande nella mia carriera di viticoltore afferma Giacomo Neri, che dedico alla famiglia Neri ed a tutto il team di Casanova di Neri, perché è solo facendo squadra che si può raggiungere certi risultati”.
Ma attraverso il Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2010 di Casanova di Neri, quello di Parker è un riconoscimento all’Italia del vino che finora, nei suoi giudizi, più che una rarità, è stato una chimera: un onore, che fino ad oggi, era capitato solo a cinque altri grandi vini, di annate veramente straordinarie.

I vini prodotti dall'azienda Casanova di Neri