Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione. ACCETTO LEGGI

Vini spumanti: Treviso

Brillanti, vivaci e briosi, gli spumanti sono i protagonisti delle feste e di piacevoli esperienze gustative. Si tratta di vini caratterizzati dalla presenza di anidride carbonica derivante da fermentazione e da una pressione interna non inferiore a 3 atmosfere.
In Italia gli spumanti svolgono un ruolo da protagonisti della produzione enologica nazionale. Al giorno d’oggi non esiste regione che non abbia sperimentato la produzione delle bollicine utilizzando vigneti storici, come Chardonnay o Pinot Nero, o varietà regionali.

Scopri subito la nostra selezione di vini spumanti delle migliori cantine d'Italia.

Metodi di Produzione

Le bollicine possono essere ottenute con due metodi diversi:
- metodo Classico o Champenoise, che consiste nella rifermentazione in bottiglia
- metodo Charmat o Martinotti, che prevede la rifermentazione in autoclavi

Il Metodo Charmat

I vini prodotti con il Metodo Martinotti o Metodo Charmat (dai nomi dell'astigiano Federico Martinotti, che inventò il metodo, e di Eugéne Charmat, che brevettò l'attrezzatura per metterlo in pratica) nascono da vini bianchi fermi: dopo aver subito una prima fermentazione durante il normale processo di produzione, questi vini ne subiscono una seconda in autoclavi di acciaio, a temperatura e pressione controllate, con l'aggiunta di lieviti e zucchero.

Durante questa fase, che dura da 30 giorni a 6 mesi, i lieviti "mangiano" gli zuccheri e li trasformano in alcol e anidride carbonica, dando vita alle caratteristiche bollicine.

Il Metodo Classico

Il Metodo Classico o Metodo Champenoise (per gli Champagne prodotti nell'omonima regione) o Metodo Crémant (per gli spumanti prodotti nel resto della Francia) si differenzia dal Metodo Charmat principalmente perché effettua la seconda fementazione, e quindi la spumantizzazione, direttamente in bottiglia. La base degli spumanti è solitamente costituita da una cuvée, cioè una miscela di vini di tipologie e/o annate diverse (a meno che non si tratti di uno spumante millesimato, cioè prodotto con un solo vino di un'unica annata), che viene imbottigliata con l'aggiunta di una selezione di zuccheri e lieviti (tirage).

In bottiglia il vino effettua la seconda fermentazione riposando in posizione orizzontale per una durata media di 24/36 mesi, con picchi anche di 120 e oltre.